x

News & Eventi

Gruppo DAB

07 marzo 2016

Sistema di Sicurezza Integrata Avanzata per il Comune di Castellammare di Stabia

Ufficio Stampa Gruppo DAB

Il Comune di Castellammare di Stabia sorge nella parte sud della città metropolitana di Napoli, nel territorio compreso tra la fine della zona vesuviana e l'inizio della penisola sorrentina.                                                                                                   

Il Comune, impegnato a garantire ai propri abitanti e ai numerosi turisti servizi efficienti in termini di sicurezza, ha valutato l’esigenza di realizzare un sistema di videosorveglianza per consentire alla Polizia Locale di monitorare la viabilità urbana, gli edifici pubblici e storici, rispettando la tutela della privacy dei cittadini. La realizzazione del sistema di videosorveglianza è stato affidata, tramite una procedura di gara, all’azienda DAB Sistemi Integrati Srl. L’Azienda ha proposto e realizzato una soluzione di Sicurezza Integrata Avanzata e personalizzata che, a tutti gli effetti, può essere considerata come un esempio significativo e vincente di sviluppo di un progetto di Smart City.

Non si tratta di un semplice sistema di videosorveglianza, ma di una piattaforma complessa in grado di gestire la sicurezza del territorio da tutti i punti di vista. Un sistema capace di aumentare l’efficienza e l’efficacia del processo di controllo del territorio e ottimizzare la gestione delle Forze di Polizia Locale, rendendo la Centrale Operativa il “cervello” della gestione della Città. Una proposta innovativa e un sistema integrato che non ha trascurato gli investimenti effettuati integrando, all’interno della soluzione, anche le telecamere preesistenti sul campo. In particolare, sono state installate nuove telecamere per il monitoraggio dei punti “sensibili” come piazze, scuole, parchi pubblici e per controllo delle principali strade d’accesso al Comune.  

Il controllo delle vie di accesso al territorio permette, inoltre, di registrare le targhe dei veicoli che transitano e fornire informazioni utili alle Forze dell’Ordine per soddisfare ogni esigenza di sicurezza e di indagine. Per quanto riguarda la sicurezza stradale, il posizionamento delle telecamere in alcuni incroci particolarmente pericolosi ha permesso di chiarire le dinamiche degli incidenti, anche in assenza di testimoni oculari.

All’interno del progetto, è stata realizzata anche una rete a banda larga mista in Fibra Ottica e Ponti Radio Hiperlan per connettere i diversi punti sul territorio come solida base di comunicazione non solo del sistema di sicurezza, ma anche e soprattutto per futuri servizi e ampliamenti del sistema.

Tutela del patrimonio urbano, sicurezza per i cittadini e viabilità cittadina

L’architettura del sistema installato presso il Comune di Castellammare di Stabia è composto in totale di n. 138 telecamere:

-     n. 62 telecamere periferiche “Speed Dome” per il monitoraggio continuo e in tempo reale delle immagini delle aree di interesse. Grazie alle loro funzionalità PTZ avanzate, permettono di inquadrare vaste aree con controllo del brandeggio e dello zoom ottico 28x, consentendo un’inquadratura sufficientemente dettagliata per le principali aree da monitorare

-     n. 40 telecamere fisse dotate di sensore da 2 Megapixel, per la registrazione delle targhe dei veicoli in transito negli incroci o nelle vie di accesso o in itinere;

-     infine, sono state integrate le 36 telecamere preesistenti.

Le 138 telecamere costituiscono un unico evoluto sistema di videosorveglianza territoriale interconnesso su una nuova Rete MAN a banda larga costituita da circa 4,5 Km di Fibra Ottica, 108 apparati Radio Hiperlan, 4 postazioni Hot Spot Wi-Fi e 90 apparati di Switching sul campo e nelle centrali.

Per il controllo, la gestione e il telemonitoraggio dell’intero sistema di videosorveglianza, sono state inoltre predisposte tre Sale Controllo all’interno delle Centrali Operative del Comando della Polizia Municipale, del Commissariato di Polizia di Stato e del Comando dei Carabinieri, ciascuna con postazione operatore e Videowall. Il sistema ha previsto una capacità di archiviazione e registrazione delle immagini provenienti da tutte telecamere per un periodo massimo di 7 giorni H24 nel rispetto delle regole del Garante della Privacy in materia di tutela dei cittadini nei confronti della videosorveglianza.  

Il sistema di gestione e controllo implementato presenta alcune funzionalità a valore aggiunto per l’integrazione e l’amministrazione delle Colonnine SOS Cometa, dei Pannelli a Messaggio Variabile, Indirizzamento ai Parcheggi, Analisi Traffico e sistemi AVL (Rilevazione automatica di posizione dei veicoli della flotta Municipale). Sono state installate nello specifico, n. 9 Colonnine SOS Cometa equipaggiate per le richieste di soccorso dei cittadini, con comunicazione audio bidirezionale, visione della persona chiamante (telecamera frontale), videosorveglianza delle aree intorno alla colonnina  tramite una Telecamere Speed Dome aggiuntiva posta sulla colonnina.  Per dare informazioni utili alla cittadinanza a Viale Europa, a Piazza Unità d’Italia e sulla S145 Terrazza Panoramica, sono stati installati 3 Pannelli a Messaggio Variabile telegestiti dalla Centrale Operativa della Polizia Municipale. Presso la Centrale Operativa della Polizia Municipale è stato attivato anche un software (validato C.N.I.P.A) per la gestione elettronica del Brogliaccio (consente la pianificazione e la registrazione delle richieste e degli interventi, supporta le funzioni di report di attività), dei Turni / Personale / Mezzi, degli eventi e registrazione schede di intervento, della posizione delle pattuglie della Polizia Locale su sistema cartografico, delle segnalazioni a mezzo e-mail e fax ad altri Enti.

Oltre alle tre Sale Controllo, sono state predisposte cinque Centrali Operative Mobili installate su altrettanti veicoli della Polizia Locale per la visualizzazione delle immagini delle telecamere, costituite da Tablet con connettività Wi-Fi e 3G e applicativo di gestione della videosorveglianza.

Per combattere il fenomeno di abbandono dei rifiuti e sorvegliare situazioni critiche anche temporanee, il Comune è stato inoltre dotato di una Postazione Mimetizzata di Videosorveglianza. La tecnologia è costituita da un unico armadietto che contiene tutta la strumentazione (telecamera, illuminatore infrarosso per visione notturna, sistema di registrazione e sistema di alimentazione con gruppo batteria), di dimensioni e peso contenuto, autonomo dal punto di vista elettrico e completo di accessori per un veloce e facile fissaggio.

Inoltre, su un automezzo della Polizia Municipale è stata installata un Postazione Mobile di Videosorveglianza con telecamere brandeggiabile, sistema di videoregistrazione e sistema GPS per la geo localizzazione del mezzo).

Infine, per compensare i consumi energetici dell’intero sistema, in tre Istituti scolastici di competenza del Comune sono stati installati altrettanti impianti fotovoltaici da 6 KWp ciascuno per una potenza complessiva prodotta di 18 KWp.

Obiettivi raggiunti

La realizzazione del progetto di videosorveglianza si è rivelata valida per il Comune perché, oltre a rilevare gravi minacce, le postazioni installate in aree pubbliche rappresentano un deterrente contro attacchi alle persone, furti e atti vandalici. L'ottima qualità delle immagini ottenute, anche in condizioni di luce estreme, hanno permesso di monitorare senza interruzioni le aree a rischio, garantendo la sicurezza e la tranquillità dei cittadini.

Il sistema è in grado di aumentare l’efficienza e l’efficacia del processo di controllo del territorio, e ottimizzare la gestione delle Forze di Polizia Locale, rendendo la Centrale Operativa il “cervello” della gestione della Città. La flessibilità della soluzione realizzata, oltre ad integrare nel nuovo sistema delle telecamere già esistenti,  ha offerto la possibilità di poter ampliare ed implementare nuove applicazioni future.